Analisi di solventi

Storage tanks on a chemical production plant

In questa pagina troverai informazioni su:

  • Analisi di impurità nei solventi: metalli in tracce, anioni e cationi, numero di acidità/ossidrile/saponificazione
    > Maggiori info

Analisi di solventi in conformità alle normative

Standards

Ci sono molte normative internazionali in materia di controllo della qualità dei solventi.

Clicca sul link qui sotto per trovare una panoramica di alcuni normative e le soluzioni analitiche fornite della Metrohm.

> Vai alle normative


Acqua in solventi organici

I solventi organici sono altamente lipofili. Questa caratteristica permette  loro di sciogliere oli, grassi, resine, gomme e plastica. Trovano applicazioni diffuse nelle vernici, nei rivestimenti, negli adesivi, e nei detergenti. Inoltre, essi sono indispensabili per la produzione di cosmetici, prodotti chimici per l'agricoltura, polimeri e gomme, per citarne solo alcuni.

Nonostante le preoccupazioni ambientali e dei potenziali rischi per la salute, i solventi organici (idrocarburi, clorurati, ossigenati così come quelli contenente azoto e zolfo) sono ancora ampiamente utilizzati a causa della loro prestazioni ineguagliabili.
Amber bottles containing solvents

Fra i solventi organici, il più comune solvente - acqua - è l'impurità più diffusa. Essa interferisce con molte reazioni, motivo per cui la determinazione del contenuto di acqua è cruciale. La titolazione Karl Fischer è un metodo affidabile, preciso e ampiamente riconosciuto per questo scopo. Metrohm offre una vasta gamma di prodotti, nonché una vasta gamma di applicazioni.

> Learn more about Metrohm Karl Fischer titration

Metilcicloesano

Metilcicloesano è un idrocarburo cicloalifatico che è meno volatile del cicloesano a causa di un gruppo metile in più. La sua solubilità è compresa tra quella di idrocarburi alifatici e aromatici. È un solvente ideale per grassi, oli, bitumi, gomma e resine polari.

> Maggiori info su titolazione Karl Fischer

Downloads

Dicloroetilene

Fra i composti organici, i solventi clorurati hanno una migliore potenza di dissoluzione delle loro controparti non clorurate. Anche se l'uso di solventi clorurati è in declino a causa delle preoccupazioni ambientali, sono ancora di importanza cruciale in determinati settori. Etilene dicloruro, uno degli idrocarburi clorurati più stabili, per esempio, viene utilizzato per la fabbricazione di cloruro di vinile e numerosi polimeri clorurati.

> Maggiori info sulla titolazione Karl Fischer

Downloads

Piperidina

La Piperidina e suoi derivati sono importanti solventi e unità fondamentali utilizzate nella produzione di numerosi farmaci e altri prodotti della chimica fine.

La titolazione Karl Fischer consente di determinare il contenuto di acqua in questi solventi in modo facile, veloce e accurato.

> Maggiori info su titolazione Karl Fischer

Downloads

Ulteriori applicazioni e prodotti

Più solventi …

La titolazione Karl Fischer è in grado di determinare l'acqua anche in ambienti di produzione problematici. Scarica la locandina per leggere di più sulla determinazione at-line di acqua in acetonitrile, fenolo, metanolo e isopropanolo.

Download il poster

Automazione …

La Determinazione dell’acqua tramite titolazione Karl Fischer può essere facilmente automatizzata per migliorare la ripetibilità e la precisione dei risultati, riducendo il tempo e il lavoro necessario per la determinazione.

Leggi il poster sulla titolazione KF automatizzata Maggiori info sulla titolazione KF

NIR spectroscopy for water determination …

In alternativa alla titolazione Karl Fischer, si può utilizzare la spettroscopia NIR per la determinazione dell'acqua in solventi. Questo metodo fornisce risultati in tempi estremamente ridotti  e non richiede alcuna preparativa del campione. Con questa tecnica, la purezza di una miscela di solventi clorurati viene monitorata in termini di impurità di acqua e/o metanolo.

Vai all'applicazione Maggiori info sulla spettroscopia NIR

Monitoraggio delle impurità nei solventi

Metalli in tracce con voltammetria

884 Professional VA voltammetry system

Nell'industria chimica, i solventi vengono usati in grandi quantità e in una moltitudine di processi. In particolare per mediare e moderare le reazioni chimiche, sono richiesti solventi ad elevata purezza. Contaminazioni di metalli in tracce, quali ferro, zinco e piombo possono essere sensibilmente e accuratamente determinate utilizzando la voltametria di ridissoluzione con elettrodo a goccia pendente di mercurio (HMDE).

> Maggiori info sulla voltammetria

Downloads

Anioni e cationi in cromatografia

La tecnica di cromatografia ionica è ideale per la determinazione simultanea dei anioni e cationi, sia per determinare anioni in solventi aprotici dipolari come N, N-dimetilacetammide o in toluene apolar idrofobo.

> Maggiori info sulla cromatografia ionica

Downloads

Contenuto di metallo e numero di acido/idrossile/saponificazione per titolazione

L’acidità in solventi può avere diverse cause. Essa può provenire dell’acidità residua dal processo di fabbricazione o dovuta a reazioni di degradazione che avvengono ad esempio durante il trasporto e stoccaggio.

L'acidità è espressa come il numero totale di acido (TAN, AV) in mg di KOH per g di campione. Il TAN è determinato per titolazione, un metodo conveniente, affidabile e rapido che è previsto in numerose normative internazionali. Analogamente, la titolazione è il metodo principale per determinare una serie di parametri di qualità fondamentali per i solventi e vernici, dalla purezza di esteri o ossidrile, e il numero di saponificazione del contenuto metallico in essiccanti per vernici.

> Maggiori info sulla titolazione

Downloads

Recupero e/o riciclaggio di solventi

Se i solventi in eccesso (spent) devono essere smaltiti dopo l'uso, i solventi alogenati devono essere trattati separatamente, al fine di garantire il loro corretto smaltimento. Invece di passare attraverso il processo di smaltimento spesso impegnativo, costoso e dannoso per l'ambiente, l'industria chimica si basa sul recupero di solventi, che implica raccolta, purificazione e riutilizzo di questi solventi in eccesso.

Per mantenere i processi di produzione efficienti ed evitare reazioni collaterali, i produttori di sostanze chimiche devono garantire che i solventi recuperati siano di purezza sufficiente per il loro scopo.

Metrohm offre diverse tecniche analitiche relative a caratterizzazione e qualificazione del solvente:
  • Metrohm Combustion IC consente l'analisi di alogeni e zolfo
  • analizzatore NIRS per misurare i livelli di metanolo e acqua

Alogeni e zolfo in solventi

Combustion IC

La Determinazione del contenuto di alogeni in solventi residui è necessaria per separare solventi alogenati da solventi non alogenati e  garantire una procedura di smaltimento appropriata in conformità con gli enti regolatori.

Il sistema integrato “Combustion IC” è un metodo affidabile per la determinazione degli alogeni. In questo metodo, gli alogeni vengono rilasciati dal campione mediante combustione (piroidrolisi), e le componenti gassose di interesse vengono trasferite in una soluzione di assorbimento e determinate mediante cromatografia ionica.

> Maggiori info su Combustion IC

Downloads

Acqua e metanolo in solventi

La Spettroscopia è un'ottima soluzione per monitorare la purezza del solvente dopo il recupero. In un'applicazione esemplificativa, Metrohm mostra come la spettroscopia NIR può aiutare a controllare le due impurità più comuni in cloruro di metilene: metanolo e acqua.

La spettroscopia NIR non richiede alcuna preparazione del campione, dà risultati veloci, e può essere configurata anche come campionamento in linea.
> Maggiori info sulla spettroscopia NIR

Downloads

Ulteriori applicazioni e prodotti

Identificazione di solventi con spettroscopia Raman

È possibile identificare solventi organici, ad esempio, metanolo, etanolo, isopropanolo, tetraidrofurano, acetonitrile, e altri, in pochi secondi con l'analizzatore palmare Raman Mira M-1.

Maggiori info …